bari
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
Warning: Creating default object from empty value in taxonomy_term_page() (line 33 of /var/www/pressflow/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc).

raccolta differenziata

Warning: Creating default object from empty value in taxonomy_term_page() (line 33 of /var/www/pressflow/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc).

Raccolta differenziata

Porta a porta, serviti 64.500 cittadini e 25.450 famiglie

Immagine articolo - Il sito d'Italia

iportiamo un comunicato di ASM, che traccia un primo bilancio della raccolta Porta a porta, che ha rivoluzionato per tante famiglie il rapporto con i rifiuti e le routine quotidiane.

La nota politica

Dottorini: “Preoccupanti i dati sulla raccolta differenziata”

Immagine articolo - Il sito d'Italia

“Un misero 33 per cento di raccolta differenziata nei primi mesi del 2010, con un incremento che non supera l'1,5 per cento rispetto al 2009. Un trend modesto è allo stesso tempo costante ormai di diversi anni”.

Gestione dei rifiuti

Raccolta differenziata "porta a porta": la Regione investe 2 milioni di euro

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ammontano a 2 milioni di euro i fondi che la Regione Umbria intende destinare ad un piano straordinario con cui incrementare su tutto il territorio umbro la raccolta differenziata domiciliare.

Spiagge pulite

Differenziamo Torre Quetta. L'iniziativa sabato 1 maggio

Immagine articolo - Il sito d'Italia

L’ Associazione Sportiva Dilettantistica Big Air, beneficiaria del protocollo d’intesa siglato lo scorso 13 luglio 2010 con il Comune di Bari e relativo alla gestione dello spazio adibito alla pratica ed all’insegnamento di sport da scivolamento presso l’area sud della spiaggia di Torre Quetta, promuove l’iniziativa “Differenziamo Torre Quetta”. L’iniziativa patrocinata dal Comune di Bari e dalla Provincia di Bari prevede la raccolta differenziata di tutti i rifiuti e materiali di scarto che si sono depositati sulla spiaggia di Torre Quetta.

ecologia

Rignano: la raccolta differenzi​ata raggiunge il 50%

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Il Comune di Rignano sull'Arno, con una quota di raccolta differenziata dei rifiuti che si attesta per il 2011 a circa il 50%, è tra i 24 comuni del territorio fiorentino che hanno raggiunto, e superato, la soglia minima del 45% prevista dal piano regionale.

Valdarno e Valdisieve

AER Spa: la raccolta differenziata supera il 53%

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Oltre 11 milioni di kg. E’ questo l’ammontare totale delle raccolte differenziate che nel primo semestre 2011 sono state effettuate nei comuni serviti da AER Spa, nel Valdarno fiorentino e nella Valdisieve.

AMBIENTE

Gestione dei rifiuti, le forze di sinistra bacchettano il PD

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Mentre in Provincia la maggioranza presenta il suo documento per la definizione della gestione dei rifiuti, le forze di sinistra che sostengono il Partito Democratico fanno la voce grossa, criticando il progetto dello stesso PD.

“Alternative all'incenerimento”, il secondo round

Immagine articolo - Il sito d'Italia

L'opposizione in Consiglio Comunale, coesa e capeggiata dal consigliere Vittorio Ballestrazzi di modenacinquestelle.it, propone martedi 19 aprile una nuova conferenza sul tema dell'inceneritore, con il chiaro intento di rintuzzare il dibattito cittadino sulle soluzioni alternative all'incenerimento, per lo smaltimento dei rifiuti.

Polemica

Rifiuti, De Zordo e Alberici:“Per Quadrifoglio il porta a porta non s’ha da fare”

Immagine articolo - Il sito d'Italia

"Per Quadrifoglio a Quaracchi e a Brozzi il porta a porta non s’ha da fare!”. Lo affermano Ornella De Zordo, capogruppo in Comune, e Adriana Alberici, consigliera al Q5 di perUnaltracittà. 

Raccolta differenziata

Dall'11 aprile addio cassonetti al Poggio

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Anche Poggio a Caiano saluta i cassonetti e passa alla raccolta dei rifiuti porta a porta. Da lunedì prossimo, 11 aprile, il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti riguarderà 3.592 famiglie, per un totale di 9.716 persone, e 635 attività. Una piccola rivoluzione che in passato ha già riguardato i comuni di Vaiano e di Carmignano, e alcune macroaree del comune di Prato. Riportiamo il comunicato dell'ASM che indica i passaggi per i cittadini e le istruzioni del nuovo e più ecologico sistema di raccolta.

Rifiuti e ambiente: la differenziata fa davvero la differenza? /Parte prima

Immagine articolo - Il sito d'Italia

C'era una volta la discarica, poi tutto cambiò. Differenziazione e incenerimento sono diventate le nuove parole d'ordine nella gestione dei rifiuti, nella direzione di un senso ecologico sempre crescente. Questo passaggio epocale a Modena ha un segno più che tangibile. In via Caruso infatti, nel nord della città, la discarica comunale ha lasciato spazio nel tempo proprio all'impianto di stoccaggio, selezione, trattamento e recupero dei rifiuti.

Il NO di Legambiente: “Ampliare l'inceneritore è inutile”

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Legambiente manifesta tutta la sua contrarietà all’ampliamento fino a 240.000 tonnellate dell’inceneritore di Modena. Secondo l’associazione infatti, l’impianto esistente sarebbe già sufficiente per servire il territorio se venissero nel contempo attuate decise politiche di incremento della raccolta differenziata e di riduzione dei rifiuti.

Alternative all'incenerimento, l'opposizione scende in campo compatta

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Domani sera alle 21, presso la sala conferenze di Piazza Redecocca, si terrà una conferenza pubblica dal titolo “L'alternativa all'incenerimento”. L'iniziativa vuole approfondire i temi dei metodi di smaltimento dei rifiuti, con un occhio particolarmente rivolto ai problemi dell'incenerimento e dell'impianto modenese; parteciperanno Carla Poli del Centro Riciclo Vedelago e il dott. Matteo Goldoni, ricercatore dell'Università di Parma che presenterà lo studio Moniter sugli effetti ambientali e salutistici degli inceneritori della regione.

Sperimentazione promossa dall'Amministrazione insieme a Quadrifoglio

Olly; il bidoncino pieno d'energia

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Per un altro passo avanti nel corretto smaltimento dei rifiuti arriva il bidoncino. Un compatto contenitore giallo da 3 litri in cui raccogliere gli oli vegetali esausti; per interderci tutti gli oli domestici alimentari, dall'olio d'oliva, a quello della friggitrice fino a quello presente nelle scatolette di tonno. Quanti di noi per anni li hanno versati nel lavello della cucina o nello scarico del water con effetti dannosissimi per l'ambiente come pure per le tubature domestiche.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]