bari
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Playout Pallanuoto A/2

La Newton Payton retrocede in serie B

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

 

La Newton Payton Bari è in serie B. La formazione guidata da Mister Bruno Cufino non è riuscita ad allungare a gara 3 la serie finale playout contro la Pallanuoto Brescia, impostasi anche allo stadio del Nuoto di Bari per 11-8. Più lucidi ed esperti nei momenti decisivi dell’incontro, i lombardi hanno meritato il verdetto a loro favore, mostrando una maggiore solidità e maturità di fronte alla pressione di un match decisivo. Alla Newton Payton Bari resta il rammarico per il fallimento di un obiettivo che ad un certo punto della stagione sembrava alla sua portata.

“Mi assumo le responsabilità di questa retrocessione” – il commento a fine gara di un commosso Bruno Cufino, osannato dai tifosi con cori e striscioni e ringraziato dalla società per il pregevole lavoro svolto – “ho commesso degli errori che alla fine abbiamo pagato, come la scelta dello straniero a inizio stagione o i compromessi accettati con la società nella gestione dei casi Valenti, che ci ha pugnalato alle spalle al momento del bisogno e Vettone, che ha mollato lasciandoci senza un portiere potenzialmente titolare che stesse continuativamente qui a Bari. Ringrazio comunque i ragazzi che mi hanno seguito con applicazione in questo anno di duri allenamenti, inseguendo un sogno che poi si è vanificato”. 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]