bari
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Domenica la trasferta in Basilicata

Liomatic Cus Bari - L'appello di Ruggiero ai tifosi: "Seguiteci a Matera"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

 

Coach Putignano non esalta mai le individualità ed anche domenica sera, nonostante una prestazione al di sopra delle righe di Antonello Ruggiero, da marziano del basket, ha preferito elogiare la prova del gruppo. La spiegazione è semplicissima, un grande tecnico che in passato ha già ottenuto promozioni, deve saper gestire la squadra al meglio senza esaltarla troppo, perché a prendere scivoloni ed incassare batoste non ci vuole nulla e Giovanni Putignano, soprannominato affettuosamente dai tifosi ostunesi “Mister Braciola” è il numero uno anche in questo. Basta assistere alle partite della Liomatic, ed è sempre a bordo campo, ad incitare e dare man forte ai suoi giocatori.

 

In ogni caso, è giusto sottolineare che il miglior realizzatore della Liomatic Group Cus Bari (140 punti), reduce dal season high contro San Severo (24 punti compresi due triple, 100% di realizzazione sui tiri liberi, due rimbalzi conquistati e ben tre stoppate) è Antonello Ruggiero, playmaker classe '81, ex Ostuni, divenuto un idolo incontrastato della tifoseria barese. Sostenitori che lui riesce ad infiammare con le sue serpentine, canestri indifferentemente da due o da tre, ma soprattutto per saper districarsi in ogni situazione e saper leggere in anteprima le giocate che possono ravvivare la partita o chiuderla. Insomma, quel giocatore che servirebbe a tutti coach, da tenersi stretti, perché è uno di categoria superiore che farebbe gola a molte squadre. Più volte domenica sera ha fatto esplodere il PalaFlorio di gioia e rimbombare per i cori dei suoi tifosi, giunti anche da Ostuni (i quali hanno esposto una sua gigantografia). Ma lui, il play della Liomatic, fa un po’ il punto delle ultime due partite giocate, senza dimenticare di ringraziare i tifosi: "Il ko di Ruvo, alla vigilia del match di domenica, pesava molto sulle nostre teste. Eravamo arrabbiati per una partita che sembrava ormai vinta e penso che il nostro desiderio di riscatto si sia visto sin dalla palla a due. Ci abbiamo messo cattiveria agonistica e determinazione. Una partita non facile, sentita da entrambe le squadre e dalle rispettive tifoserie, che noi siamo riusciti a girare a nostro favore. Bella l'atmosfera del nostro PalaFlorio; devo ringraziare i nostri tifosi per l'accoglienza che ci hanno riservato e il loro sostegno". A proposito del black out del terzo periodo, con il recupero di San Severo dal -13 al 53-53, il play biancorosso ha modo di complimentarsi con i suoi compagni di squadra: "In quella frazione, dovevamo girare un po' più la palla ed evitare forzature di gioco. Hanno fatto canestri facili e preso di conseguenza fiducia. Poi, però, siamo riusciti a cambiare ritmo e a riprendere un po' di vantaggio, dimostrando, per l'ennesima volta, che nei momenti di difficoltà questa squadra è sempre capace di tirar fuori il carattere". L'ultima battuta è per il Matera, prossimo avversario domenica sera in trasferta: "Sono stati protagonisti di un inizio difficile: hanno perso cinque partite di fila, poi hanno centrato tre risultati nelle successive cinque uscite. Sono ultimi nell'altro girone ma hanno tanta voglia di riscatto. Una squadra, per questo, da non sottovalutare, composta da giocatori che conoscono bene questo campionato e che daranno filo da torcere. Un altro palazzetto difficile, ma noi vogliamo tornare a far risultato anche in trasferta. E in tal senso, mi auguro che, come già capitato con il Ruvo, i nostri tifosi possano seguirci e sostenerci anche a Matera che, vista la vicinanza, è quasi un derby. Li aspettiamo, il loro sostegno si sente eccome".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]