bari
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Scandalo burocratico-legale

Ventunenne, invalida al 100%. Negata indennità di accompagnamento

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Si chiama Isabel, è mauriziana e nel 2006 le sono state amputate le falangi superiori di mani e piedi a causa di una brutta malattia (vascolite necrotizzante). Dopo una lenta ripresa la ragazza presenta domanda all'Asl Bari che, a seguito di attente visite, le riconosce un'invalidità del 100% con diritto di accompagnamento, in quanto "necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita", come dice la legge.  Ed è qui che intervengono insieme Inps e Comune di Bari, impedendo alla povera ragazza di percepire un "aiuto economico" di 470 euro al mese. La spiegazione? Isabel "non è in possesso di carta di soggiorno o permesso di soggiorno «Ce» per soggiornanti di lungo periodo". Tradotto, significa che non è in Italia da così tanto tempo per poter usufruire di tale sussidio; la norma stabilisce un limite di 5 anni. Saverio Macchia, l'avvocato che difende la mauriziana, spiega così la beffa: "La Corte Costituzionale ha stabilito che è illegittima tale norma nella parte in cui subordina la sussistenza del requisito dei 5 anni di soggiorno all'erogazione dell’assegno mensile di assistenza, che è una prestazione assistenziale economica che viene concessa a chi, cittadino o straniero, ha una invalidità che determina una riduzione della capacità lavorativa ricompresa tra il 74 e il 99 per cento". Ma il "problema" è che Isabel è invalida al 100%. "Solleveremo davanti al giudice  - ha concluso l'avv. Macchia - questione di legittimità costituzionale della norma per violazione del principio di uguaglianza".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]