bari
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Nuovi metodi di rapina

Minaccia un uomo con una pietra per rubargli il cellulare. Arrestato extracomunitario

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

 

Nei giorni scorsi, nell’ambito dei servizi di controllo del Territorio disposti dal Questore di Bari inerenti in particolare la vigilanza dei luoghi di maggiore affluenza turistica, personale del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale” di Bari, ha tratto in arresto un 31enne di origine pakistana, resosi responsabile del reato di rapina. La vittima, un 29enne lucano, in evidente stato di agitazione, ha infatti riferito agli agenti intervenuti in Corso Trieste che poco prima un cittadino straniero, minacciandolo con una pietra, era riuscito ad asportagli il telefono cellulare, fuggendo successivamente all’interno dei giardini di “Pane e Pomodoro”.

Le immediate ricerche attuate dagli uomini del Reparto Prevenzione Crimine all’interno della suddetta area, hanno permesso di individuare e bloccare il 31enne pakistano, riconosciuto immediatamente dalla vittima, e di recuperare il telefono  appena rubatoa, nascosto dal ladro all’interno di una tasca dei pantaloni.

Dopo le formalità di rito l’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Bari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]